MAMMA MIA DAMMI CENTO LIRE

A Turin a la Reusa bianca

i-é na fija da maridé (2volte)

e soa mare ch’a la penten-a con un pento d’òr e d’argent

e sò pare ch’a la sorìa con la piuma dël pavon bianch

mama mia feme nen tant bela che gli amanti mi ruberan

mamma mia dammi cento lire che in America voglio andar

cento lire io te le do ma in America no e poi no

fratellino dalla finestra mama mia lassela ‘ndé

pena giunto fu in mezzo al mare bastimento l’é spërfondà

pescatore che peschi il pesce va a pescare la mia Rosin

la tua figlia l’é andata a fondo mai più al mondo ritornerà

A Torino alla Rosa Bianca c’è una ragazza da sposare

e sua mamma la pettina con un pettine d’oro e d’argento

e suo papà la solletica con la piuma del pavone bianco

mama mia non fatemi troppo bella ché gli amanti mi ruberanno

mamma mia dammi cento lire che in America voglio andar

cento lire io te le do ma in America no e poi no

fratellino dalla finestra mamma mia lasciatela andare

appena giunto fu in mezzo al mare il bastimento è sprofondato

pescatore che peschi il pesce va a pescare la mia Rosin

la tua figlia è andata a fondo mai più al mondo ritornerà.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.