Roberto Balocco: dai trobadour alla piòla

Roberto Balocco a l’é restà, për la pì part d publich, ël cantor ëd le piòle. An vrità, Roberto a l’ha fàit motobin d’àutr ant la soa carriera. Visadì un travaj fiamengh d’arserca (con Piergiorgio, naturalment. A venta mai dësmentielo) ant ël creus ëd le reis ëd la mùsica piemontèisa. A parte dai trobadour e an passand për Isler e Broferi. A dimostrassion ëd sòn, an pias buté donca su nòst sit un cit campion ëd tut lòn ch’a l’é stàit cost travaj. Bon divertiment!

Roberto Balocco è rimasto, per la maggioranza del pubblico, il cantore delle piòle. In verità, Roberto ha fatto molto altro nella sua carriera. Cioè un lavoro meraviglioso di ricerca (assieme a Piergiorgio, naturalmente. Non bisogna mai dimenticarlo) nel profondo delle radici della musica piemontese. A partire dai troubadour e passando per Isler e Brofferio. A dimostrazione di ciò, ci piace mettere sul nostro sito un piccolo campionario di quello che è stato questo lavoro. Buon divertimento!

J’ORIGIN ËD LA CANSON PIEMONTÈISA – LE ORIGINI DELLA CANZONE PIEMONTESE

IGNAZIO ISLER: ËL PÌ GRAND POETA DEL ‘700 – IL PIÙ GRANDE POETA DEL ‘700

ANGELO BROFFERIO: ËL PÌ GRAND POETA DEL 1800 – IL PIÙ GRANDE POETA DEL 1800

LA VEJA PIÒLA: LE CANSON DIJ TOROTOTELA – LE CANZONI DEI CANTASTORIE TRA PIANO A MANOJA E IL WEST

LA PIÒLA NEUVA: DA LA SCONDA GUÈRA MONDIAL A ANCHEUJ – DALLA SECONDA GUERRA MONDIALE AD OGGI

LE CANSON PËR LE MASNÀ – LE CANZONI PER I BAMBINI

Paulin Siròt

Paulin Siròt con i Trelilu (Piero Ponzo, Berto Bella, Franco Bertone e Roberto Spiegazza) prima della presentazione di Arte Ci Pare al Centro Polifunzionale di San Damiano
12 gennaio 2019: Centro Polifunzionale – Nuovo Foro Boario di San Damiano: da sinistra a destra: Giovanni Ruffino, Isa, Paulin Siròt, Franco Marmello

Paolo Sirotto (Paulin Siròt) è nato il 14/06/1967. Appassionato da sempre di cultura piemontese, a fine 1993 è tra i fondatori di Gioventura Piemontèisa. Nel 1994 si laurea in Scienze Politiche con una tesi dal titolo Cultura localistica ed associazionismo nella città di Torino. Ha al suo attivo collaborazioni con alcuni giornali come Assion Piemontèisa, “É”, e, dal 2011 ad oggi Piemontèis Ancheuj. Dal 1998 al 2010 è stato il coordinatore editoriale delle produzioni discografiche che Roberto Balocco ha inciso per la Libreria Piemontese di Torino. Per la stessa casa editrice ha curato anche i due volumi di Renato Canini Stòrie dròle e la Grammatica della lingua piemontese di Michela Grosso. Nel 2010 ha collaborato con Donata Pinti per la normalizzazione dei testi in lingua per il cd Io t’invoco libertà e per il volume Il canzoniere del Cantovivo di Alberto Cesa (Nota Edizioni). Nel 2016 ha curato la revisione dei testi ed è stato l’autore della prefazione del libro di Piergiorgio e Roberto Balocco Tranta quaranta, tut ël mond a canta, Graphot Edizioni. È stato il responsabile della Libreria Dora Grossa dal febbraio 2003 al dicembre 2017. Ideatore e fondatore di Arte Ci Pare